Ricerca
  • Condizione
  • Stato
  • Chi è affetto
Menu gsk

cos'è l'asma

 

Se ti capita di avere

Respiro sibillante
Difficoltà a respirare
Senso di costrizione toracica
Tosse secca e insistente

Questi sintomi compaiono in modo vario nel corso del tempo, e differiscono da paziente a paziente per frequenza e intensità. I sintomi sono associati ad un'ostruzione del flusso d'aria, cioè a una difficoltà ad espirare a causa di broncocostrizione (restringimento delle vie aeree).

Questa ostruzione bronchiale è dovuta a un ispessimento della parete delle vie aeree e aumento del muco, provocati a loro volta dall'infiammazione cronica che sta alla base dell'asma (1).

Diversi fattori possono scatenare o
peggiorare i sintomi dell'asma

Infezioni virali delle vie respiratorie
Allergeni domestici
Esterni od occupazionali (acaro della polvere, pollini, sostanze irritanti)
Il fumo di tabacco
L'esercizio fisico
Lo stress

L'asma provoca quindi difficoltà respiratorie che hanno un impatto sulla qualità della vita di chi ne soffre. In caso di attacco acuto sono necessarie misure sanitarie urgenti e talvolta la crisi può essere fatale (1).

Questa malattia non si può guarire, ma per fortuna può essere trattata e i pazienti possono tenerla sotto controllo riuscendo a vivere una vita normale. Controllare l'asma significa ridurre il più possibile le crisi acute o attacchi, evitare fastidiosi sintomi diurni e notturni, ridurre il ricorso a farmaci per gli attacchi (farmaci al bisogno), riacquistare una funzionalità respiratoria normale o quasi, mantenere le normali attività quotidiane(1).

L'asma è una malattia relativamente comune che ha un forte impatto sociosanitario. Un fattore di rischio per l'asma è considerata la rinite allergica e, infatti, nei pazienti asmatici dovrebbe essere indagata l'esistenza di rinite, così come nei pazienti con rinite allergica persistente dovrebbe essere indagata la presenza di asma(2).

Condividi

Bibliografia 1, 2